Guida per Villa Carlotta

Guida per Villa Carlotta
Guida per Villa Carlotta
Villa Carlotta è un must del Lago di Como, una delle numerose ville che rendono unico il Lario. È meta di turisti da tutto il mondo e da molto tempo era nella mia lista dei posti da vedere.

Questa è la mia guida per visitare la Villa Carlotta!


L'ingresso alla collezione di bambù
L’ingresso alla collezione di bambù

Informazioni base

La villa risale al 1600, quando il marchese Giorgio Clerici la fece edificare a Tremezzo, di fronte a Bellagio ed alle Grigne. Era una dimora sobria, anche se imponente: inizialmente era circondata solamente da un giardino all’italiana, ma col tempo si impreziosí di opere d’arte che attiravano l’attenzione di tutta l’Europa.
Infatti, il nuovo proprietario, Giambattista Sommariva, portò la Villa a sbocciare in tutto il suo splendore: trasformò il giardino in un parco romantico ed arricchì gli interni con opere di autori importanti come Canova ed Hayez.
La villa prende il nome da Carlotta, figlia del principe di Prussia, alla quale fu donata a metà ‘800 in occasione delle nozze. Dopo la sua morte prematura, la dimora passò in eredità al marito, finché dopo la Grande Guerra venne fondato il l’Ente Morale che si occupa della gestione della villa.

La scalinata che porta alla Villa Carlotta
La scalinata che porta alla Villa Carlotta

 Come arrivare

Villa Carlotta si trova a Tremezzo, sul ramo comasco del Lago. Può essere raggiunta in auto, ma è ben servita anche dai mezzi pubblici, battelli compresi naturalmente.
Auto
Da Como e Milano bisogna scegliere la statale 340 per Menaggio, che andrà percorsa in direzione Como se invece si arriva dalla Svizzera.
In treno
Le fermate utili per chi percorre la tratta Milano Centrale – Sondrio/Tirano è “Varenna Esino”.
Da Milano Porta Garibaldi si deve invece prendere il treno per Chiasso e scendere a Como San Giovanni.
Autobus
Una volta a Como, basta prendere l’autobus della Linea C10 Como-Menaggio-Colico: trovi gli orari su Asf Autolinee.
Battello
Gli scali utili per arrivare alla Villa sono due: “Villa Carlotta” e “Cadenabbia”, a 900 metri circa.
Gli orari sono consultabili navigazionelaghi.it .

Tips

Il modo migliore per godersi una giornata alla Villa e gustare a fondo il Lago di Como è certamente quello di arrivare con il battello, anche per evitare di affannarsi alla ricerca di un posto auto!

 


Il percorso nel parco
Il percorso nel parco

La visita

Il costo del biglietto di ingresso è di 10 euro. Ci sono riduzioni per bambini, famiglie, studenti ed Over 60. È possibile prenotare delle visite guidate ed anche portare con sè il proprio cane, tenendolo al guinzaglio.
All’ingresso ti verrà fornita la mappa per poter visitare i giardini senza perderti nessuno degli incantevoli allestimenti. Sono due gli itinerari proposti: quello rosso è il più completo e prevede una camminata di circa 90 minuti; il secondo invece, segnalato con il colore blu, dura 45 minuti.
Sulla mappa vengono indicati anche i punti di interesse come l’Oratorio SOmmariva, il Museo degli Attrezzi Agricoli ed il Rustico Pra di Oc.
Per consentire a tutti la visita del parco, in diversi punti ci sono rampe ed ascensori. La villa stessa è dotata di un ascensore interno che permette a ciascuno di accedere a tutti e tre i piani.

Tips

Per visitare il giardino ti consiglio di indossare scarpe ed abiti comodi. Anche se il posto ci ispira eleganza e fascino, potrebbe essere complicato passeggiare tra la ghiaia con dei tacchi alti!

I giardini all'italiana
I giardini all’italiana

Dove mangiare

Se prevedi di passare alla villa una giornata intera o comunque un po’ di ore, può essere utile sapere dove fare un break e mangiare qualcosa.
All’interno del parco puoi trovare la caffetteria, presso l’Antica Serra Monumentale. Qui si trova anche una delle due aree pic nic, con circa 80 posti a sedere al coperto.
L’altra area si trova invece all’ingresso del giardino dei bambù, con tavoli di pietra e panche spaziose.
Ovviamente, mi raccomando di mantenere pulito il posto in cui sceglie di consumare il proprio spuntino!

Salva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *